STANZE

  /  2017   /  La grande guerra del sipario

atto unico per baracca e burattini
spettacolo per adulti e bambini dai sei anni
di Gigio Brunello e Gyula Molnar, con Gigio Brunello

19 dicembre 2017 – ore 19.00
Casa della Memoria
via Confalonieri, 14 – Milano

In occasione di CANTIEREMEMORIA, la manifestazione che apre le porte di Casa della Memoria a Milano a tutto il pubblico per il mese di dicembre e le festività natalizie, con un palinsesto di attività che spaziano dall’arte, al teatro, alla musica e al cinema, la sezione CANTIERETEATRO propone per il 19 dicembre uno spettacolo selezionato da Stanze, La grande guerra del sipario, un ironico, ma anche feroce atto d’accusa contro la guerra.

Mario e Linda sono due burattini costruiti per uno spettacolo mai andato in scena. Così si sono adattati a vivere lontano dai riflettori in un angolo della baracca protetti dal sipario. Sono molti i burattini anonimi che, a sipario chiuso, conducono la loro vita di tutti i giorni. Mario e Linda, con il cagnolino Peluche, sono tra questi e sono felici. Ma un giorno il sipario scompare, ingoiato dalla Morte. I burattini incolpano del furto il popolo dei peluche, Coccodrillo assume i pieni poteri ed è la guerra: la prima grande guerra del sipario.
Cadono i Grimm, muore Perrault, Pollicino è disperso. Sopravvivranno Mario e Linda, nati da un tiglio e da una quercia per essere Filemone e Bauci sulla scena.
Nuova tappa del viaggio teatrale di Gigio Brunello e Gyula Molnar che indagano il rapporto scena/burattino fra straniamento, passione e ironia.

Casa della memoria

L’edificio progettato dallo studio Baukuh, vincitore del concorso internazionale di architettura, è interamente rivestito di mattoni che compongono quadri rappresentativi della storia di Milano del dopoguerra.
Vi hanno sede un gruppo di associazioni che dedicano la loro attività a mantenere viva la memoria delle vittime di tutte le violenze di cui Milano è stata a sua volta vittima: dalle persecuzioni razziali naziste e fasciste, alle stragi politiche degli anni ’70. Un fulcro per le attività culturali di ricerca e formazione sui temi legati alla storia più recente e spesso dolorosa della città.

Casa della Memoria