STANZE

  /  2019   /  Scampoli

da Robert Mitchum ad Andrea Camilleri
di e con Massimiliano Civica

9 dicembre 2019 – ore 20.00
Libreria  Popolare
via Alessandro Tadino, 18 – Milano

“Una serata a metà strada tra una crestomanzia di detti memorabili e il Forse non tutti sanno che… della Settimana Enigmistica: il regista Massimiliano Civica racconta aneddoti, pensieri ed episodi della vita di alcuni protagonisti del mondo del teatro e del cinema. Robert Mitchum, Roberto Rossellini, Jerry Lewis, Emanuele Luzzati, Andrea Camilleri: attraverso le vite di questi e di altri uomini di spettacolo si tenterà di tracciare il ritratto dei nostri artisti ideali, modelli forse irraggiungibili ma proprio per questo “esemplari” ”. 
Sono queste le parole con cui Massimiliano Civica ci racconta con la verve che lo contraddistingue spaccati di vita, miti, ricordi indelebili, personaggi mitici che hanno riempito le nostre vite, attraversando il ‘900 e addentrandosi in questo nuovo secolo.
Stanze lo presenta nella piccola libreria di via Tadino, la Libreria Popolare “dal 1974 al servizio della cultura”, come essa stessa si autodefinisce.
Ci è parso naturale associare la figura in qualche modo anomala e singolare di Massimiliano Civica, uomo di teatro colto e a modo suo trasgressivo, ai libri, in questo caso raccolti in un luogo caldo e accogliente.

Massimiliano Civica, reatino, classe 1974, dopo essersi laureato in Storia del Teatro alla Facoltà di Lettere dell’Università La Sapienza, svolge un percorso formativo composito che passa dal teatro di ricerca (seminari in Danimarca presso l’Odin Teatret di Eugenio Barba) alla scuola della tradizione italiana (si diploma in regia presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico) per poi compiere un apprendistato artigianale presso il Teatro della Tosse di Genova (a contatto con il magistero di Emanuele Luzzati e il sapere scenico di Tonino Conte).
Nel 2007 vince il Premio Lo Straniero (assegnato dall’omonima rivista diretta da Goffredo Fofi) e il Premio Hystrio/Associazione Nazionale Critici Teatrali per l’insieme della sua attività teatrale.
Sempre nel 2007, a soli 33 anni, diventa Direttore Artistico del Teatro della Tosse di Genova, dando vita al progetto triennale Facciamo Insieme Teatro, che vince il Premio ETI Nuove Creatività.
Nel 2008 per lo spettacolo Il Mercante di Venezia vince il Premio UBU per la miglior regia.
Nel 2009 gli viene assegnato il Premio Vittorio Mezzogiorno.
Nel 2010 dirige Un sogno nella notte dell’estate di Shakespeare, prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria e dal Romaeuropa Festival.
Nel 2012 dirige Soprattutto l’anguria di Armando Pirozzi, in corealizzazione col Teatro di Roma e in collaborazione con il Romaeuropa Festival.
Dopo la realizzazione di numerosi spettacoli, nel 2014 dirige Alcesti di Euripide messo in scena nell’ ex carcere delle Murate a Firenze. Per questo spettacolo vince il Premio UBU 2015 per la miglior regia.
Lavora di nuovo su un testo di Armando Pirozzi, Un quaderno per l’inverno.
La sua ultima regia è Antigone di Sofocle che ha debuttato nel novembre 2019 al Fabbricone di Prato.
Come studioso ha collaborato con la cattedra di Metodologia della Critica dello Spettacolo dell’Università La Sapienza di Roma, e, nel triennio 2007-2010, ha tenuto la cattedra di Regia presso l’Accademia di Belle Arti di Genova. Dal 2013 tiene un corso di alta specializzazione in recitazione presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’amico di Roma, di cui, dal 2014, è membro del Consiglio d’indirizzo.


Libreria Popolare

La libreria nasce nel 1952 come Libreria della Nuova Corsia dei Servi per volontà di David Turoldo, Camillo de Piaz e Mario Cuminetti presso il Convento San Carlo. Nel 1974 si sposta nell’attuale sede di via Tadino. Oggi è una libreria generalista che cerca di valorizzare soprattutto case editrici piccole e indipendenti, di promuovere la poesia e l’editoria per l’infanzia.

Libreria Popolare di via Tadino


Stampa